Home page  |  Chi siamo  |  Contatti  |  Dicono di noi      facebook google plus

info@tuktuktravel.it      +39 0583 932933

 

Informazioni su...

Turismo sostenibile

Assicurazioni

Voli

Temi

Natura & Fauna Selvatica

Interessi specifici

Attività, Sport, Avventura

Vacanze con bambini

Sri Lanka -> Natural Sri Lanka

Natural Sri Lanka

20 giorni da € 1.695,-  

Lo Sri Lanka è una delle isole più ricche di biodiversità al mondo. Questo tour individuale è per i veri appassionati della natura che vogliono combinare diversi parchi nazionali e la natura lussureggiante dello Sri Lanka con un pizzico di cultura e di spiagge incontaminate. Questo viaggio include visite a ben 5 parchi nazionali, tra cui il Parco Nazionale di Yala, Uda Walawa e Wilpattu, un parco fuori dai sentieri battuti. Alla fine del viaggio potete rilassarvi sulla spiaggia di Tangalle, un vivace villaggio di pescatori sulla costa meridionale dello Sri Lanka, ancora non scoperto dal turismo di massa. Il luogo perfetto per trovare una spiaggia tropicale tutta per voi! Pernottamenti in una serie di strutture uniche, che vi fanno sperimentare a fondo l'ambiente naturale circostante.

 

Questo viaggio ha lo scopo di ispirare e può essere completamente personalizzato secondo le vostre esigenze.

 

Itinerario: Waikkal - Anamdauwa - Habarana - Knuckles Range - Kandy - Kitulgala - Nuwara Eliya - Sinharaja - Uda Walawe - Yala - Tangalle - Galle - Colombo

 

Giorno 1 - Italia - Colombo - Waikkal

Opzioni per questo giorno

Arrivo all’aeroporto di Colombo e incontro con l'autista chi vi accompagna all'ecoresort di Waikkal. Percorrete uno splendido scenario con palme e piantagioni, che lasciano gradatamente spazio a foreste di mangrovie e fiumi. Ranweli Holiday Village è un resort ecologico annidato tra le mangrovie e l'oceano. Per raggiungere l'hotel è necessario prendere una barca di legno (il servizio funziona 24 ore su 24).

I bungalow sono accoglienti, arredati in stile locale e situati in un giardino tropicale con una bella piscina. Tutte le verdure servite al ristorante provengono da coltivazioni biologiche locali.

In pomeriggio un'escursione in barca attraverso i canali e le mangrovie, una palude salina popolata tra l’altro da varani, cormorani e aironi rossi.

 

Giorno 2 - Waikkal - Anamaduwa

Il mattino potete visitare Negombo, città situata sulla laguna e con un centro storico interessante, fortemente influenzato dalla Chiesa cattolica. I più mattinieri possono andare al mercato del pesce, che soprattutto la mattina presto è un centro di attività e uno spettacolo variopinto. Proseguimento per la St. Mary’s Church, le vecchie rovine del forte olandese e il tempio buddista di Angurukaramulla.

Sulla strada per Anamaduwa potete eventualmente visitare il mercato del pesce a Chilaw, situato sul fiume. 

Ad Anamaduwa pernottamento presso "The Mudhouse" a base di pensione completa. La struttura occupa 60 acri di foresta, ai piedi del misterioso Tempio Paramakanda Rock. I jungle lodge forniscono molta privacy e sono interamente costruite con materiali naturali provenienti dall'ambiente circostante. Tutti i lodge sono caratterizzati da una raffinata semplicità e dispongono di servizi igienici occidentali e una doccia jungle all'aperto. Vi trovate in mezzo alla natura e vivete al massimo la vita rurale dello Sri Lanka! Fatta eccezione per alcuni pannelli solari the Mudhouse non è dotata di elettricità e l'illuminazione è provvista da lanterne. Possibilità di partecipare a una delle escursioni (incluse), tra cui la gita in barca nella laguna, il tour in bicicletta, il bird watching, ma naturalmente potete anche decidere di leggervi un buon libro sdraiati nell'amaca!

 

Giorno 3 - Annamaduwa - Parco Nazionale di Wilpattu - Habarana

Oggi potete fare un safari in jeep nel Parco Nazionale di Wilpattu, il più disteso dello Sri Lanka e notevole per i 60 laghi naturali, i willus. Il parco ospita elefanti, orsi labiati, coccodrilli, serpenti, leopardi e molti uccelli insoliti. Poiché si trova al di fuori dei circuiti turistici "standard" potete esplorare la natura incontaminata in tutta tranquillità. Durante il monsone il parco nazionale non è sempre accessibile.

In pomeriggio partenza per Habarana. Lungo il tragitto, in base al tempo a disposizione, potete fermarvi a visitare il monastero di Ritigale.

 

Giorno 4 - Habarana - Sigiriya - Minneriya - Habarana

La mattina di buon’ora visitate la misteriosa fortezza rocciosa di Sigiriya, chiamata anche la “Rocca del Leone”. Il cammino per arrivare alla rocca attraversa splendidi giardini acquatici. A metà salita potete ammirare delle pitture rupestri, particolarmente ben conservate. Giunti in cima si apre un panorama straordinario sulla giungla circostante. 

Suggeriamo di pranzare nella campagna di Sigiriya, in una casa di argilla con cucina tradizionale srilankese.

Nel pomeriggio potete fare un giro a dorso di elefante oppure un safari in jeep attraverso il piccolo Parco di Minneriya che è un'importante riserva d'acqua nella stagione secca per gli animali e soprattutto per gli elefanti selvatici.

Naturalmente potete anche decidere di dedicare il pomeriggio al relax presso l'albergo, che si trova in una location idilliaca con cottage dotati di aria condizionata immersi in 50 ettari di giardino sulle rive di un pacifico lago (oppure recarsi in una struttura per un piacevole massaggio ayurvedico).

 

Giorno 5 - Habarana - Dambulla - Knuckles Range

Dopo la prima colazione partenza per Dambulla, notevole per le cinque grotte che ospitano più di 150 immagini del Buddha in diverse dimensioni di varie epoche. Proseguimento per il Knuckles Range ("catena delle nocche"), una delle aree naturali più incontaminate, ottima per fare escursioni a piedi.
La “catena delle nocche”, che deve il nome alla forma a pugno chiuso delle cime, è posta sotto tutela dall’UNESCO perché rappresenta l'habitat di animali e piante che non esistono in nessun'altra parte del mondo.

 

Giorno 6 - Knuckles Range

Oggi potete esplorare la bellissima zona del Knuckles Range. Ci sono diverse opzioni di trekking e sta a voi a decidere quanto tempo volete camminare. Una guida esperta vi accompagna nella giungla fitta, su sentieri tortuosi e attraverso ruscelli stretti, passando per villaggi che vivono della coltivazione di mais e di riso. Potete, ad esempio, fare una camminata a Meemure, uno dei villaggi più remoti dello Sri Lanka, accessibile solo a piedi, e sperimentare la quotidianità della vera vita rurale. Fermatevi a bere una tazza di tè dolcificato con "jaggery", zucchero a base di latte di cocco.

 

Giorno 7 - Knuckles Range - Kandy

Prima di partire per Kandy, suggeriamo di visitare Gap Corbet. Prima che il Knuckles Range fu dichiarata un'area protetta, in questa zona si coltivavano il tè e il cardamomo. Ancora oggi potete scorgere degli alberi da tè cinesi che hanno più di 100 anni. Mentre vi avvicinate a Corbet's Gap la vegetazione è sempre più fitta di bambù. La salita è piuttosto impegnativa ma la ricompensa è una magnifica vista sulle vette più alte del Knuckles Range.

Proseguimento per Kandy e nel pomeriggio un giro in tuk tuk, un ottimo modo per conoscere la città! L'attrazione principale è il Tempio del Sacro Dente (Sri Dalada Maligawa), che custodisce un dente del Buddha e dove ogni giorno si celebrano tre puja, cerimonie religiose. E' uno dei templi più importanti dello Sri Lanka, frequentato da numerosi credenti che pregano devotamente; esiste un'atmosfera molto serena. In prima serata potete assistere allo spettacolo di danza Kandy.  

 

Giorno 8 - Kandy

Di mattino potete percorrere il "circuito dei 3 templi". Durante questo trekking camminate nella zona collinare di Kandy, attraverso risaie e piccoli villaggi. Vi offre l'opportunità di conoscere la vita rurale oltre a quella culturale e comprende i tre templi hindu-buddhisti: l'Embekka Devale, il Tempio di Lankatilake e il Tempio di Gadaladeniya. Al ritorno (o invece del circuito dei 3 templi) potete visitare il giardino botanico di Peradeniya, a sud-ovest di Kandy. L'area, che copre sessanta ettari, custodisce oltre 5000 specie di piante (compresa la rarissima "Jade Vine"). E' uno dei giardini botanici più belli al mondo.  


Nel pomeriggio inoltrato vi suggeriamo di fare ancora una bella passeggiata nel centro di Kandy, lungo il lago artificiale e nel pittoresco mercato.

 

Giorno 9 - Kandy - Pinnawela - Kitulgala

Dopo la prima colazione partenza per Kitulgala. Lungo il percorso visita all'orfanotrofio degli elefanti a Pinnawela. Questa struttura, unica nel suo genere, accoglie elefanti che non sono più in grado di vivere da soli nella giungla. Ci sono cuccioli che hanno perso la mamma o che sono scampati alla cattiveria dell'uomo. Potete vedere gli elefanti a fare il bagno nel fiume Oya Maya. Proseguimento per Kitulgala, un piccolo villaggio immerso in una vegetazione lussureggiante, sulle sponde del fiume Kelaniya. Nel punto in cui il fiume si allarga è stato girato il film “Il ponte sul fiume Kwai". 

 

Giorno 10 - Kitulgala - Hatton - Nuwara Eliya

Mattina a disposizione per esplorare la foresta pluviale tropicale, famosa perché ospita gran parte delle specie ornitologiche endemiche dello Sri Lanka. In alternativa potete noleggiare una mountain bike. Gli appassionati del rafting possono fare la discesa del fiume Kelaniya. La sezione centrale del fiume ha 10 rapide (livello 2-3), la parte superiore del fiume offre rapide più impegnative (livello 4-5) ed è adatta ai più esperti. 

Di seguito partenza in treno per Nuwara Eliya, che si trova a una quota di 1889 metri. Parte di questo viaggio si compie in treno, un'esperienza davvero molto bella. Il treno locale percorre un paesaggio verde e lussureggiante, ricco di piantagioni di tè. Potete sperimentare di persona una modalità di trasporto molto diversa dalle ferrovie europee. 

Una volta, Nuwara Eliya era la meta preferita dei residenti britannici in Sri Lanka che volevano sfuggire al calore e alla confusione della pianura. Nuwara Eliya è un pezzo d'Inghilterra nei tropici: ville vittoriane, un campo da golf, giardini di rose, basse temperature e nebbia.

 

Giorno 11 - Nuwara Eliya - Horton Plains & World's End - Nuwara Eliya

Di prima mattina partenza per il Parco Nazionale Horton Plains, l'altopiano più elevato dello Sri Lanka che ha una natura totalmente diversa da quello che avete visto finora. Le praterie si alternano a boschi, a piccoli ruscelli e cascate. Il cammino vi porta a World's End ("La Fine del Mondo"), una spettacolare scarpata che termina in un precipizio molto profondo. Quando il cielo è terso la vista si estende fino all'Oceano indiano.

Rientro in albergo e resto della giornata a disposizione per esplorare Nuwara Eliya. Potete fare due passi nel centro, al Victoria Park e al mercato ortofrutticolo per vedere un interessante spaccato di vita quotidiana. Oppure godervi un "high tea", abitudine tipicamente inglese: alla fine del pomeriggio viene servito il tè accompagnato da diversi tipi di gustosi spuntini come scones e muffin.

 

Giorno 12 - Nuwara Eliya - Sinharaja

Dopo la prima colazione visita a una piantagione e di una fabbrica di tè, dove potete osservare il processo di trasformazione dalla foglia alla tazza di tè. Naturalmente è anche possibile gustare vari tipi di tè. Proseguimento alla Sinharaja Forest Reserve. Questa riserva nazionale è l'ultima foresta pluviale primaria, cioè intatta, dello Sri Lanka. La zona non è molto grande, 21 km di larghezza (est-ovest) e 7 km di lunghezza (nord-sud) ma vanta un'enorme ricchezza di specie endemiche di volatili, alberi, insetti, anfibi, rettili e mammiferi. Salvata dal disboscamento a scopo di edilizia industriale, la riserva di Sinharaja è stata proclamata Riserva Mondiale della Biosfera nel 1978 e patrimonio dell’umanità nel 1988.

 

Giorno 13 - Sinharaja

Oggi, accompagnati da una guida esperta, fate trekking nella natura incontaminata della foresta pluviale di Sinharaja. 

 

Giorno 14 - Sinharaja - Uda Walawe

Dopo la prima colazione partenza per il Parco Nazionale di Uda Walawe. Sul bordo meridionale del parco sorge l'Elephant Transit Home, dove vengono accolti e curati i giovani elefanti fino ai 5 anni di età, per poi essere rilasciati nell’Uda Walawe dove sono di nuovo liberi di scorrazzare nel loro habitat naturale. Il contatto con gli esseri umani è ridotto al minimo per evitare che gli animali si abituino alla gente.
Nel pomeriggio inoltrato safari in jeep all'interno dell'Uda Walawe National Park, noto per i suoi branchi di elefanti, un totale di 500 esemplari. Il parco è anche l'habitat di molti altri animali, tra cui scimmie, coccodrilli, sambar, cinghiali selvatici, sciacalli e leopardi (questi ultimi sono avvistati raramente). Il parco, situato in una zona asciutta al centro del bacino idrico Uda Walawe Reservoir, consiste principalmente in prati e foreste di teak. 

 

Giorno 15 - Uda Walawe- Tissamaharama - Kataragama - Tissamaharama

Dopo la prima colazione partenza per Tissamaharama (se scegliete la categoria 'luxury', pernottamento a Yala). Tissamaharama (spesso abbreviata Tissa) è una delle città più antiche del sud ed è una buona base per visitare i parchi nazionali vicini di Yala e di Bundala. A Tissamaharama potete visitare i due laghi artificiali, il Tissa Wewa e il Warawila, riccamente popolati di uccelli locali, tra cui numerose egrette. Inoltre Tissamaharama vanta due grandi stupe: la Tissa dagoba, con una circonferenze di 165 m e un'altezza di i 55,8 m, di notte è illuminata in modo suggestivo. Naturalmente potete anche decidere di rilassarvi a bordo piscina dell'hotel.

Nel pomeriggio inoltrato l'autista-guida vi accompagna a Kataragama per assistere alla cerimonia puja. Il tempio di questo villaggio è uno dei siti di pellegrinaggio più importanti dell'isola ed è considerato un luogo sacro da buddhisti, musulmani e hindu. Presso il complesso del tempio scorre un fiume, che a volte viene paragonato al Gange e in cui i pellegrini si lavano prima di proseguire verso i templi. Davanti al tempio principale, il Maha Devale, i pellegrini spaccano noci di cocco mentre recitano le loro preghiere. 

 

Giorno 16 - Tissamaharama - Parco Nazionale di Yala - Tissamaharama

Nel pomeriggio la jeep vi porta al Parco Nazionale di Yala, un highlight assoluto del viaggio. Il Yala National è il maggiore parco nazionale con savane alternate a giungla tropicale. Con la jeep giungete in fondo al Parco Nazionale di Yala e, percorrendo piccole stradine, arrivate nei luoghi dove barriscono gli elefanti, i coccodrilli giacciono sul bordo del lago, le scimmie saltano tra gli alberi e i bufali sonnecchiano nella palude. Il parco ospita 35 leopardi ed è uno dei luoghi migliori per avvistarne uno, anche se ci vuole sempre molto fortuna!

 

Giorno 17 - Tissamaharama - Tangalle

Oggi un breve viaggio vi conduce all'estremo sud dello Sri Lanka: Tangalle, autentico villaggio di pescatori con un centro vivace. Qui si trovano alcune delle spiagge più belle dello Sri Lanka, ancora praticamente sconosciute al turismo di massa.

 

Giorno 18 - Tangalle

Intera giornata a disposizione per fare passeggiate sulla spiaggia, godersi il mare (attenti alle correnti) oppure visitare i templi rocciosi di Mulgirigala, uno dei templi più antichi dell'isola. Nella salita delle centinaia di scalini incontrate una serie di grotte.
La sera potete visitare il "Rekawa Turtle Sanctuary". In una piccola capanna sulla spiaggia vi danno spiegazioni sulle tartarughe marine, che vengono a deporre le uova su questa spiaggia. Il periodo migliore va da gennaio a luglio.

 

Giorno 19 - Tangalle - Galle

Dopo la prima colazione ci vuole un'ora e mezza circa per arrivare a Galle. Lungo il percorso potete fermarvi nella cittadina di Dickwella per visitare il Wewurukannala Vihara, una delle statue di Buddha più grandi dello Sri Lanka. A pochi chilometri prima di Koggala, durante l'alta marea, potete vedere i pescatori, appollaiati su altissime pertiche conficcate nei fondali marini, mentre attendono pazientemente le prede. I robusti trespoli costituiscono un prezioso patrimonio che viene tramandato da padre in figlio. 

Dopo questa sosta proseguimento per Galle, città portuale passata dal dominio portoghese a quello olandese e inglese. L'influenza dell'epoca coloniale è ancora molto evidente all'interno delle mura della città vecchia (il Fort), dove si affacciano sull'Oceano Indiano le strade strette e le case fatiscenti. Fuori dalle mura si trova la città nuova con i negozi, i mercati e lo stadio di cricket. Nel 1987 Galle Fort è stata proclamata Patrimonio dell'Umanità di UNESCO.

 

Giorno 20 - Galle - Colombo - Italia

In mattinata partenza per la capitale Colombo,  dove pernottate in un albergo nelle vicinanze dell'aeroporto. In base al tempo a disposizione potete visitare Colombo.

Anche se la capitale non è il nostro luogo preferito, sarebbe un peccato non vedere i mercati colorati e i posti caratteristici di Colombo. Suggeriamo di fare una camminata nel vivace quartiere indiano di Pettah oppure di andare al Galle Face Hotel per un "high-tea" (= il tè pomeridiano all'inglese, accompagnato da dolci, sandwich e tramezzini). Per lo shopping consigliamo Barefoot (bellissimi tessuti fatti a mano dai colori vivaci), Odel oppure House of Fashion.

Potete riposarvi e rinfrescarvi in albergo prima del trasferimento in aeroporto per prendere il volo di rientro in Italia.

 

Segnala ad un amico     

Stampa questa pagina

 

 

Cerca  |  Condizioni di vendita  |  Links  | 

 

BETje Viaggi Individuali– R.E.A. (Olanda): 66415098